A Torino 4 festival diversi con un solo biglietto

A Torino il Festival dell’Oriente: un biglietto unico per quattro festival diversi, il ridotto per i bambini e gli animali ammessi.
Scopri quali sono, leggi il post!

 

Dove: Torino, Lingotto Fiere
Quando: 17-18-19 marzo 24-25-26 marzo / Solo per Holi Festival 19-26 marzo
Siti: indicati nel post

 

Torino ospita per la terza volta volta il Festival d’Oriente vicino a casa mia. Come faccio a resistere? Ho rivoltato il programma come un calzino e le cose da fare sono tantissime.
Siete pronti?

Il biglietto giornaliero da 12 euro vi dà il diritto a partecipare a 4 festival tutti diversi nella stessa location: il Festival Irlandese, la fiera Salute e Benessere, il Festival delle Arti Marziali e il colorato Holi Festival.
Gli spettacoli si ripetono ogni giorno della manifestazione, tutti quanti, dalle 10.30 alle 23.00.

Il programma dei 4 Festival

Avete mai avuto la fortuna di assistere a una cerimonia del thè? Io sì e l’eleganza che accompagna i gesti di chi la esegue sono magnetici.
Al Festival dell’Oriente potete assistere al Kung Fu cha, preparazione del tè cinese e al Cha no yu, rituale praticato in Giappone.

 

Se mentre siete nel padiglione del Sol Levante l’idea di indossare un kimono vi fa emozionare, potete anche assistere alla vestizione di un kimono per occasioni particolari, con la presenza di un esperto che racconterà cosa si nasconde dietro ogni dettaglio.

Ampio spazio sarà dato alla danza e alla musica, dall’India alla Mongolia, dall’Egitto alla Corea.
Per ogni performance le indicazioni sono vicino al palco.

A me piacerebbe vedere la danza tradizionale coreana: le coreografie eseguite da un gruppo di giovani artiste in abiti tradizionali, ventagli e tamburello promettono uno spettacolo suggestivo.

Interessante il contorsionismo mongolo, anche per questo spettacolo la protagonista sarà una donna che si cimenterà in coreografie che preannunciano di lasciarci a bocca aperta.

Se siete fra quelli che appena sentono la musica al supermercato iniziano a muovere i piedi immaginando di lanciarsi in balli sensuali con le cassiere e il magazziniere, qui potete scatenarvi con la Discoteca Indiana.

Al termine di alcune performance alcuni danzatori Bhangra e Bollywood coinvolgeranno il pubblico in scatenate danze di gruppo.

A questo punto vi sarà venuta una gran fame e la scelta gastronomica anche in questa edizione è una cosa seria.
Oltre alle tradizionali proposte giapponesi, cinesi, indiane o thailandesi, quest’anno ci sono tre nuovi ristoranti di tre paesi diversi: Tibet, Indonesia e Sri Lanka.

L’Associazione Tibet Culture House propone una scelta limitata ma genuina dei tipici piatti tibetani: la farina d’orzo cotta al forno, il burro di yak e il tè nero, i momo e i fagiolini di pasta ripieni di carne.

Il ristorante thailandese Thai Thai cucinerà direttamente davanti al pubblico e i nostalgici del Pad Thai potranno mettersi in fila per assaggiarlo.  Per chi vuole degustare piatti tipici della cucina vegetariana, biologica e vegana c’è un ristorante dedicato.

Tantissimi i bazar presenti che con la loro merce vi ricorderanno i mercati di Istanbul o Marrakesh: profumi e saponi orientali, artigianato tipico, arazzi, incensi, infusi, campane tibetane e vestiti.

Nell’area all’aperto del Lingotto Fiere si svolgerà l‘Holi Festival, evento della tradizione religiosa e spirituale dell’India e dell’induismo.
L’Holi celebra il “ritorno alla vita” e si festeggia in primavera, una vera e propria festa dedicata ai colori e a sentimenti positivi per incoraggiare l’armonia, l’elevazione dello spirito e l’incontro con gli altri.

Si balla, si canta e si dimenticano le regole: sporcarsi con le polverine colorate è d’obbligo!
Ogni persona ha diritto a una bustina gratuita inclusa nel prezzo che potrà essere ritirata entro e non oltre le ore 15:00 rispetto all’inizio del festival.
Sottolineo che le polveri utilizzate sono anallergiche, atossiche e con certificazione CE, adatte dunque anche ai bambini.

Se l’idea di ballare sporchi di colore non vi convince dopo un giro nei padiglioni del Festival dell’Oriente recatevi direttamente alla fiera Salute e Benessere per curiosare fra la cosmesi, lo yoga e le discipline bionaturali.

Alcuni professionisti saranno a vostra disposizione per consulenze e dimostrazioni gratuite di shiatsu o digitopressione.

Altri ancora vi faranno scoprire il Tai Chi Chuan,  disciplina che consiste nell’esecuzione di una serie di movimenti lenti e circolari che ricordano una danza silenziosa ma che in realtà mimano la lotta con un avversario immaginario.

Un’alternativa interessante è il Feldenkrais metodo con cui si stimola e si riorganizza il sistema nervoso per mezzo del movimento, raggiungendo un maggior benessere fisico e contribuendo al cambiamento di tutti i processi vitali della persona, fino ad arrivare ad un benessere globale.

Negli spazi espositivi dedicati alle Arti Marziali si possono ammirare le armature dei samurai giapponesi o le performance degli atleti e dei maestri che si esibiranno nelle aree tatami.
Il programma con date e orari non è ancora disponibile, tenete d’occhio il sito.

Se è giunta l’ora dell’aperitivo assaggiate una birra irlandese e celebrate San Patrizio al Festival Irlandese!

Nei padiglioni dedicati all’Irlanda potrete assistere a una serie di attività interessanti che vanno dai matrimoni celtici alle rievocazioni storiche, ai giochi tipi come il tiro alla fune o la gara della iarda di birra: una competizione contro il tempo, dove i partecipanti sono sfidati a bere nel più breve tempo possibile un litro di birra dalla iarda!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.