Come imparare una lingua gratis

Meetup è un sito che mette in comunicazione persone di nazionalità diverse in vari paesi nel mondo. Vuoi praticare una lingua o fare un workshop di fotografia? Usa Meet Up!
Tutte le info nel post!


Quando al liceo dissi alla mia insegnante di inglese che desideravo studiare lingue, lei mi rispose così:

“Ricordati che per impararle davvero dovrai viaggiare tanto e spendere un sacco di soldi”

Erano gli anni ’90 e la profezia che si auto adempie funzionò a metà. Pochi anni dopo, mi sono ritrovata nel pieno dell’avvento e della diffusione di internet e dei suoi servizi.

Ai tempi dell’università, come ogni studente squattrinato, cercavo mille escamotage per viaggiare e farlo gratis o a basso costo.

Sicuramente ho avuto la fortuna di vivere in un periodo in cui ancora c’erano soldi e finanziamenti europei e i primi progetti SVE (Servizio di Volontariato Europeo) o Leonardo erano un’ottima soluzione per passare un periodo più o meno lungo all’estero, lo SVE non era nemmeno così inflazionato e le cose molto più semplici.

Poi sono arrivate le app che ti promettevano di imparare una lingua in poco tempo, le lezioni su skype a basso costo, il tandem, il vero e proprio scambio linguistico dal vivo o via penna e chi più ne ha più ne metta.

Qui a Lisbona, l’azienda per cui lavoro, offre ai dipendenti un corso di portoghese. Io ho deciso di pagare un insegnante per le mie lezioni individuali.

L’insegnante è durata poco quando mi sono resa conto che vederla due ore a settimana continuando a parlare italiano in ufficio, non era funzionale allo scopo e il suo costo non valeva il risultato.

Come sempre, lo scambio di informazioni fra expat ti spalanca nuovi mondi!

Una collega mi parla dei meetup che fanno a Casa Indipendente il giovedì sera per parlare portoghese.

Per farvela breve, ci si iscrive al sito e si segnala la propria presenza ai vari meet up che faranno, non solo in città, ma in tutto il Portogallo.





Le aspettative sono state di gran lunga superate.

Intanto il posto è davvero bello, Casa Indipendente infatti è un ex ospedale  riconvertito in un associazione artistica e culturale., in cui sono ancora visibili tracce degli ex studi medici e di qualche mobilio antico.

La serata si svolge in modo molto semplice e parecchio dipende dalle persone che si presenteranno ma anche dalla vostra attitudine a un’esperienza del genere.

Non vi nascondo che arrivare in un posto, dove si ritrovano amici o colleghi per un aperitivo e capire chi sono gli sconosciuti a cui devi andarti a presentare…è imbarazzante.

I primi minuti sono i più claudicanti e poi si rompe il ghiaccio! Ci si siede tutti insieme a un tavolo, si chiacchiera, si fa l’aperitivo o si cena ed è tutto un “Tu di dove sei? Sei qui per quale lingua?” 

Queste le domande iniziali, perché da regola, a questo meet up si parla in inglese e in portoghese e si cambia lingua facendo un po’ per uno. Quando si è davvero in tanti come l’ultima volta, magari non riesci nemmeno a parlare con tutti.

Io ho cambiato posto due volte per parlare con persone di nazionalità diversa e, curiosa come una scimmia, ho adocchiato un coreano e mi sono precipitata!

Insomma, un coreano è una rarità dopo tanti francesi, tedeschi o capoverdiani.

L’ultimo meetup è stato davvero ricco di scambio, sia linguistico che culturale e alcune persone le vedevo per la seconda volta quindi la conversazione era più amichevole conoscendoci un po’ di più della volta precedente.

Per me è una occasione d’oro per conoscere portoghesi e chiacchierare, continuare con l’inglese e addirittura è scappato un po’ di francese!

Il sito ha una grafica molto semplice, pulita e intuitiva: potete scegliere che lingua vi interessa e mille altre attività!

Fotografia, musica, sport, cucina etc. La cosa belle è che io mi aspettavo solo expat, invece ci sono diversi viaggiatori solitari che sono qui in vacanza e vogliono fare due chiacchiere e passare la serata, uomini di affari o studenti.

Non ci sono limiti di età, mi aspettavo molti ragazzini e invece ho dovuto ricredermi.
Il sito offre la possibilità di partecipare gratuitamente a tutti gli eventi in agenda ma anche di crearne uno secondo i vostri interessi o il gruppo di persone che state cercando.

Siete in Portogallo per turismo enograstronomico? Perfetto! Create un meet up per incontrare sommelier e fare insieme una degustazione di vino!

Siete fotografi e vi interessa vedere Porto in un altro modo? Proponete un workshop di fotografia chiedendo aiuto ai fotografi della città!

 


Io mi sono iscritta a diverse attività, ricordate sempre, per gentilezza, di confermare o meno la vostra presenza.

Ciliegina sulla torta: all’interno del sito c’è un gruppo solo ed esclusivamente per donne.

Se siete in vacanze sole ma una sera avete voglia di stare in compagnia e vi sentite più al sicuro con le donne, questa è la soluzione perfetta!

Fondato da altre due expat, solo a marzo di quest’anno, il gruppo conta circa 380 donne di tutte le nazionalità, con interessi diversissimi: dal buddismo tibetano al blogging, dal surf alla lettura dei grandi classici.

Le fondatrici specificano solo che vivono poco fuori Lisbona e quindi le attività si svolgono fra Lisbona e Cascais.

Il sito Meetup esiste anche per altri paesi nel mondo, inclusa l’Italia, e si può scaricare l’app sia per iOS sia per Android.

Buon meet up a tutti!

 

© 2017 – Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.