Due ashram in Italia, sulle orme di Julia Roberts

Avete presente Julia Roberts in Mangia prega ama?
In Italia, ci sono due ashram, in Liguria e in Puglia. Due luoghi di pace in cui conoscersi meglio.
Leggi il post, fatti incuriosire!

 

Mangia prega ama, l’ho visto anche io.
Personalmente le cose che ricordo meglio di quel film sono due: Javier Bardem e Bali.

Le scene del viaggio in India di Elizabeth, la nostra Julia, sono state girate nell’ashram di Pataudi, Ashram Hari Mandr, 50 chilometri circa da Delhi.

In un ashram si ritirerà nel corso della sua vita anche Tiziano Terzani, per un lungo periodo di meditazione e di quell’esperienza scriverà cose molto toccanti.

Cos’è un ashram?

Un luogo di meditazione, pace e armonia, in cui i residenti/ospiti vivono guidati da un maestro spirituale, praticando yoga, meditazione e altre pratiche spirituali, oltre che attività manuali.

Chi non ha pensato di fare almeno una volta come Julia Roberts in Mangia prega ama?
Lasciarsi tutto alle spalle e ricominciare.
Isolarsi e ripartire.
Dedicarsi un momento per raccogliere i pensieri. Fermarsi e respirare.
Io, spesso, mi devo ricordare di farlo. E tu?

woman-570883_960_720

Oggi ti racconto due ashram incantevoli.
Ti suggerisco una soluzione meno drastica di quella della Roberts, che non include né Argentero, né Bardem… ma ti regala pezzi di India, rimanendo in Italia.

 

ashram liguria

 

Dove: Liguria, Altare
Sito web: Ashram Gita

Il monastero indù Svami Gitananda Ashram è a pochi chilometri da Savona, immerso nel verde dell’entroterra ligure, realizzato secondo la struttura tipica dei templi del sud dell’India.

Luogo aperto a tutti, non necessariamente ai soli devoti all’induismo, è possibile effettuare visite su prenotazione.

Il venerdì e la domenica mattina viene celebrata la pujia, rituale induista molto suggestivo che, personalmente, ho avuto la fortuna di vedere in India.
Fra le attività proposte la principale è lo yoga, praticabile a livelli diversi, dallo Hatha Yoga allo JnanaYoga.

Non manca la meditazione e la filosofia: si studiano infatti i grandi personaggi spirituali e mistici indiani, nonché diverse forme della letteratura indiana e il sanscrito.

Per chi desidera approfondire i linguaggi spirituali in altre forme, una proposta alternativa è il corso di danza sacra o quello di canti devozionali.

Le giornate sono scandite da ritmi regolari e intensi, sia individuali che collettivi; l’alimentazione è rigorosamente vegetariana, non si fuma e non si bevono alcolici.
Inoltre, si sta a piedi scalzi in molti degli spazi del monastero.

 

ashram puglia


Dove:
Puglia, Cisternino
Sito web:  Bholebaba

L’ ashram di Cisternino, nasce nel 1979 per opera di Mahavatar Babaji, con lo scopo di diffondere
amore e semplicità.

Primo ashram fondato in Occidente e dedicato a Babaji, questo ashram sorge in una zona meraviglia della nostra Puglia: la valle d’Itria.

I locali del complesso contano un tempio, un altare dedicato a Lord Ganesha e una zona adibita ai canti devozionali.
La cucina/refettorio e i dormitori/bagni sono all’interno di alcuni splendidi trulli.

Non mancano una biblioteca, la lavanderia e un bookshop in cui è possibile acquistare testi e libri a tema.
Le giornate iniziano molto presto e sono scandite da momenti alternati di meditazione, yoga, preghiera e lavoro pratico: giardinaggio, cucina, orticultura.

L’accesso è aperto a tutti, per una semplice visita o per seguire corsi e seminari.
Gli eventi proposti seguono sia il calendario indiano, per quanto riguarda le celebrazioni spirituali, sia le visite dei Maestri Spirituali che forniscono occasioni per incontrarsi.

Le attività vanno dallo yoga alle tecniche di respiro Vediche, dal tai-chi alla cucina macrobiotica; durante l’estate ci sono spesso concerti di musica indiana nei bellissimi spazi all’aperto.

Sulla loro pagina Facebook il calendario aggiornato con le prossime attività.
Se invece siete voi a voler proporre workshop olistici, sono pronti ad ascoltarvi e a farvi utilizzare la loro struttura!

2 pensieri su “Due ashram in Italia, sulle orme di Julia Roberts

  1. Vivo in Puglia da un anno ma non avevo idea che esistesse un luogo del genere a Cisternino. Fantastico! Spero di fare presto questa esperienza 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.