I 10 musei da visitare a Lussemburgo

Lussemburgo: 10 musei che meritano di essere visitati tra una Battin Blanche e una salsiccia, soprattutto nei giorni di pioggia!

 

Se a Lussemburgo vi siete stancati di cioccolaterie, mercatini bio, parchi giganteschi, crauti e salsiccia, cieli tersi e colline verdi, bar e birrerie, ci sono numerosi musei e gallerie d’arte che meritano un’occhiata, soprattutto se siete interessati alla storia e alla cultura del paese. Certo Lussemburgo non è New York e non si può descrivere come capitale dell’arte al pari di Parigi, Londra o Roma ma l’offerta dei musei è ampia e compensa la mancanza di grandiosità artistica.
Ecco 10 musei che tra una Battin Blanche e una salsiccia meritano di essere visitati, soprattutto nei giorni di pioggia, dai!

MUDAM Luxembourg

mudam

Realizzato su progettazione dell’architetto I.M. Pei, il Mudam è dedicato all’arte contemporanea. Le sue collezioni permanenti e mostre temporanee riflettono le correnti artistiche nazionali e internazionali. Qui organizzano anche piccoli concerti ed eventi mondani a tema: ricordo la mitica Patty Smith a luglio in occasione della celebrazione del decimo anniversario del Mudam.

AM Tunnel Art Gallery

tunnel-006

Il tunnel che collega i 4 palazzi della Banca BCEE è stato trasformato in questa galleria d’arte: dall’anno di realizzazione, 1995, la BCEE ha organizzato mostre ed esposizioni delle opere di artisti internazionali. Una parte del tunnel è dedicata completamente al fotografo lussemburghese Edward Steichen.

Casino Luxembourg  

casino-museum

Primo forum di arte contemporanea di Lussemburgo, Casino organizza mostre di arte che risaltano la varietà e complessità delle correnti di arte moderna. Fa sorridere la contrapposizione con la struttura in cui è ospitato, il vecchio casino Bourgeois del 1882. Il progetto “ Room@Acquarium” mostra all’interno di un padiglione di 175 mq di acciaio e vetro i progetti di artisti internazionali in soggiorno anche temporaneo nel Gran Ducato.

Musée d’histoire de la ville du Luxembourg

musee-dhistoire-de-la-ville

Per appassionati di urbanistica e storia, questo museo nel centro della città narra la storia dell’architettura e dello sviluppo urbano di Lussemburgo, dal XX secolo ad oggi. Si presenta diviso in due livelli: al piano inferiore si trova una mostra permanente sullo sviluppo urbano, sociale ed economico nel tempo, mentre il piano superiore è riservato a mostre temporanee. Attualmente e fino a marzo 2017 è in corso la mostra “Football Halleluja”, dove vengono esposti cimeli di giocatori quasi come reliquie di santi (da segnalare un capello portafortuna di Maradona, rigorosamente incorniciato).
Per veri appassionati e fedeli. Non per me insomma.

Musée national d’histoire naturelle

musee-dhistoire-de-la-ville
Questo museo di storia naturale, situato nel caratteristico quartiere Grund, si concentra sugli aspetti geologici, botanici e zoologici del Lussemburgo: qui potete vedere la natura in tutte le sue forme, vegetali o animali, la sua storia e il suo futuro. Ospita dal 1995 il Science Festival (convegno di scienziati) e organizza 2 club per bambini: Panda Club per bimbi da 6 a 10 anni e Science Club per ragazzi da 11 a 18 anni. Attualmente sono in corso lavori di metamorfosi delle esposizioni permanenti e il museo riaprirà a gennaio 2017.

Villa Vauban Galerie d’Art de la Ville de Luxembourg

villa-vauban

Villa Vauban è letteralmente una villa immersa in un parco: bellissimi sia la villa che il parco, anche perché per arrivarci bisogna attraversare altri due parchi enormi che sembrano un bosco fatato. Espone collezioni con capolavori italiani, olandesi, fiamminghi, svedesi e belgi dal XXVII al XIX secolo.

Photothèque de la Ville de Luxembourg

phototheque-c-ville-de-luxembourg

Sono esposte qui quasi 4 milioni di foto e oltre 800.000 documenti fotografici relativi al periodo compreso tra il 1855 e oggi, riguardanti lo sviluppo urbanistico di Lussemburgo. Se non sei un vero appassionato di storia o di urbanistica lussemburghese potresti trovarla po’ noiosa. Ma è gratis.

Musée Dräi Eechelen

800px-fort_thungen_drai_eechelen_01

Questo museo si trova nel quartiere di Kirchberg, in prossimità del Mudam: ha aperto nel 2012 ed è localizzato all’interno di una fortezza, Fort Thungen. Racconta la storia del Grand Ducato, la sua identità e la sua cultura. Si trovano progetti originali al suo interno, come una simpaticissima ghigliottina. Da abbinare alla visita al Mudam per un salto dal passato al futuro e ritorno al presente.

Musée National d’Histoire et Art

musee-nationale-dhistorie-et-dart

Questo museo rappresenta la storia del Ducato dalla preistoria all’epoca moderna, con enfasi in particolare sull’epoca gallo-romana. Si inizia attraversando una sala a livello seminterrato per terminare in un terrazzo in cui sono in genere sistemate sedie a sdraio, su cui i lussemburghesi si siedono a chiacchierare. Ospita interessanti mostre temporanee, quali ad esempio “La guerra fredda”, in essere fino a gennaio 2017.
Il museo si trova di fronte a una birreria, inevitabile finire con una bicchiere in mano.

Musée des Tramways et des Bus

musee-des-tramways

Questo piacerà ai più piccoli, sempre appassionati di pullman, tram, treni e tutto ciò che sferraglia. Si racconta l’evoluzione dei mezzi di trasporto in città e nel Gran Ducato, attraverso copie fedelmente ricostruite di vecchi tram e originali ben conservati, su cui ai bambini pero’ e vietato salire!

Château de Clervaux

9749-resize-668x445x70

Questo museo si trova all’interno del castello di Clervaux, pittoresca cittadina nel nord del Gran Ducato, immerso nel Parco Naturale di Our.
Recentemente ristrutturato, ospita 3 mostre permanenti:

  • The Family of Man: esposizione di foto di Edward Steichen, comprendente anche fotografie di 273 artisti da 68 paesi. Originariamente esposta al Museum of Modern Art in New York, questa mostra fornisce uno sguardo unico sul mondo dopo la seconda guerra mondiale;

  • la rappresentazione dei castelli del Lussemburgo in scala 1.100;

  • il museo della Battaglia di Bulge, avvenuta tra il 1944 e il 1945 alle Ardenne.

È possibile prenotare una visita guidata che comprende Clervaux città, il castello, la chiesa e l’abbazia.

I musei lussemburghesi si coordinano da anni per garantire, oltre agli orari settimanali serali in cui l’accesso è libero, visite gratuite in due occasioni: durante l’Invitation des Musée in primavera e la Nuit des Musée.
Consiglio di procurarsi il Museumpass, una carta annuale con cui si ha accesso a tutti i musei della città, inviti a speciali visite guidate e sconti su alcuni cataloghi d’arte.

Foto: Wikimedia Commons-Siti musei