Il Festival del Viaggio lento

In Toscana la terza edizione del Festival del Viaggio lento, tre giorni dedicati all’outdoor, in bici o a piedi.
Escursioni, laboratori e attività lungo la Via Francigena toscana. Tutte le info nel post!

 

Info – Festival del viaggio lento

Quando – 22/23/24 Settembre 2017

Dove – Monteriggioni / Abbadia a Isola (Siena)

 

Non ero ancora nata quando, un indovino cinese, predisse a Terzani, sì proprio quel Terzani, che nel 1993 non avrebbe dovuto prendere aerei: poteva correre il rischio di morire.

E allora che si fa? Per un anno si viaggia lento, muovendosi via terra con ogni mezzo ma non con aerei o elicotteri.
“Un indovino mi disse” è il primo libro di Terzani che ho letto e poi non ho più smesso.

Viaggiare con calma, andare piano, godersi i luoghi e le persone, conoscere se stessi. Anche un po’ grazie a Tiziano, la mia attitudine consumista verso il viaggio, negli ultimi anni è cambiata.

Oggi, quando viaggio, ricerco la lentezza e la natura come mai avevo fatto in passato amche se le persone hanno sempre uno spazio speciale nel cuore.

Se non fosse che ho già organizzato tutto il mio piano ferie fino a marzo 2018, avrei preso volentieri tre giorni per partecipare allo Slow Travel Fest in Toscana!

Come funziona?

La manifestazione dura tre giorni e sul sito, che ha una grafica chiara e super intuitiva, trovate facilmente tutte le informazioni.

Durante le tre giornate del Festival, sono previste attività che celebrano la natura, le escursioni sia per adulti sia per bambini, l’arte e la musica, nello splendido scenario della Via Francigena.

Molte attività sono gratuite, altre hanno un costo davvero basso ma è prevista la possibilità della Slow Travel Card.

Cos’è?

Una card che per 15 euro, vi permette di sostenere il Festival ed esserne cittadino, dandovi il diritto al 20% di sconto su tutte le esperienze e i workshop acquistati on line, oltre ai gadget che riceverete in regalo, come un trattamento wellness, la borraccia in alluminio e la birra di benvenuto.

Se non volete acquistarla dovete semplicemente iscrivervi o acquistare separatamente le sole attività che vi interessano.

Il programma

Il Festival è diviso in 4 macroaree: Incontri, Spettacoli, Escursioni e Food.

Il venerdì si inaugura la manifestazione con una cena all’aperto, per accogliere tutti e conoscersi, cenando insieme intorno al fuoco

Si parla, ci si conosce e si condivide, bevendo la birra artigianale toscana che sarà presente per tutta la manifestazione. Per gli amanti del cinema, alla Cineteca vengono proiettati corto e lungometraggi dedicati al mondo outdoor e al cammino.

Il sabato la programmazione è decisamente più fitta e scegliere cosa fare difficile. Interessante il workshop, a pagamento, di bushcrafting, l’arte di accendere un fuoco e costruire un riparo. 

Il laboratorio ha una durata di 5 ore e si svolge nel bosco della Montagnola con un esperto, che vi svela i segreti della sopravvivenza in condizioni più o meno estreme. Se volete sentirvi into the wild per un giorno, è il vostro momento!

Un’alternativa, gratuita ma con prenotazione obbligatoria, è la pedalata lungo le ciclabili e qualche sterrato della Francigena e della Val d’Elsa, con tanto di ristoro e degustazione di prodotti locali prezzo un’azienda agricola.

Questa escursione è adatta a tutti e se non vi siete portati la bici la potete affittare in loco.

Una cosa che trovo adorabile è la Caccia al tesoro della via Francigena per i bambini ma anche per gli adulti: il pellegrino Aldobrandino ha smarrito il forziere che i briganti gli hanno sottratto con l’inganno. Ogni squadra dovrà risolvere gli indovinelli per aiutarlo a ritrovare il tesoro.

La sera si balla con la Fanfara Station, una festa che riprende i ritmi nord africani con tanto di palco e dj!

E la domenica?  Se non hai fatto le ore piccole la sera prima, ci si rilassa con la meditazione all’alba nel bosco,  si partecipa a un workshop fotografico lungo un percorso naturalistico in mezzo alla natura  o si fa la passeggiata a cavallo nel senese, accompagnati da una guida.

Dove si dorme?
 
In tenda, in ostello o in camping! Spulciate nella sezione Ospitalità le loro proposte.
Gli organizzatori dello Slow Travel Festival hanno pensato a tutto ma, soprattutto, a piccoli prezzi.

L’idea del campeggio mi piace molto: per i partecipanti è stata messa a disposizione del pubblico una zona camping sulla Via Francigena, nel campo della campagna senese… non so voi ma io immagino spettacolari cieli stellati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.