Kokoroya, un angolo di Giappone a Torino

La vera cucina giapponese a Torino con il menu in giapponese e il bento!
Leggi la recensione

 

DOVE 
Via Piave 9/A,TorinoTelefono  Tel. 011 433 8748
ORARI
Lunedì 17.30/21.00
Martedì-sabato 11.30/14.30 17.30/21.00

kokoroya-torino-insegna
Qualche anno fa, quando Ale ed io eravamo due spensierati fidanzati in bicicletta per le vie del Quadrilatero romano, i miei occhi pieni di amore per lui diventarono a forma di cuore gigante e pulsante per una piccola insegna giapponese che recitava
“Kokoroya”.

Una scoperta fatta per caso dell’unico angolo torinese in cui il Giappone si sente davvero.
Lo sento davvero.

Kokoroya è una piccola gastronomia in cui trovate piatti realmente giapponesi e una piccola selezione di prodotti del Sol Levante.
I proprietari sono una coppia giappo-italiana: lui è onnipresente e vi accoglie da dietro al bancone.
Gentile e discreto, disponibile a rispondere a tutte le curiosità sui piatti che propongono.
Lei, la cuoca dalle mani fatate, è Yurie Ogawa e non la si vede quasi mai.

Il locale è piccolissimo: una volta entrati vi troverete a destra uno scaffale con specialità giapponesi (alghe, riso, ramen, cose non ben indentificate) e a sinistra la seduta con i quattro sgabelli; davanti a voi invece il bancone.

scaffali
Quello che mi piace tantissimo di questo posto è che i menu alle pareti sono scritti sia in italiano sia in giapponese.
Se ti concentri, in un attimo sei dentro un cartone animato e quando esci ti aspetti di essere in una strada di Tokyo.

kokoroya giapponese torino
Almeno, a me succede così.
A Torino è l’unico locale in cui potete avere un bento, da mangiare lì o da portare via.
Potete anche prenotarlo se volete!

Il bento è il tipico pranzo giapponese messo in quelle scatole con i divisori interni, in Giappone ne trovate di prezzi e aspetto diversi. Alcuni sono talmente belli da guardare che mangiarli è un peccato.
In ogni caso, il mio strazio interiore nel distruggere quella perfetta composizione di cibi e colori, dura in media dai 4 ai 6 secondi.

bento torino

 

Se vi aspettate di mangiare il california roll o il temaki al salmone, andate in un qualsiasi all you can eat, da Kokoroya trovate i ramen, gli udon, yakitori, yakisoba e gli onigiri come nei cartoni animati: avete presente quei triangolini di riso deliziosi avvolti nell’alga nori e farciti di cosa volete? Quelli!

10432121_719401028129254_1858465510706433737_n-e1422897683642 Per i vegetariani ci sono anche gli onigiri con l’umeboshi, i ravioli di verdure, gli onigiri di porro e miso oppure un bento intero con riso, contorni di verdura e, a scelta, tofu o melanzane.

Personalmente ho assaggiato le melanzane nasu dengaku e sono buonissime!
Sono melanzane fritte e glassate in salsa di miso (una salsa composta da miso, sakè, mirin e zucchero). Si sciolgono in bocca e questo sarà sufficiente a farvi dimenticare che sono fritte e non hanno nulla a che vedere con quella Kaori che nel ’97 saltellava in spiaggia per la pubblicità della Philadelphia Light. Ve la ricordate?

Kokoroya ha un solo difetto: è un pò caro rispetto alla media, però ogni settimana viene proposto uno speciale bento a soli € 9,90: solitamente comprende riso, un contorno, carne o pesce.
Per sapere qual è il bento della settimana, potete sbirciare sulla loro pagina Facebook.
Ad esempio il bento che propongono fino al 15 ottobre è di carne di maiale saltata, con funghi e verdure, riso bianco e contorni.

La cucina è tradizionale e i piatti preparati al momento quindi, se avete fretta, cambiate posto perché la cuoca è una sola.
La prenotazione è decisamente preferibile. Tutto è semplice e spartano, le pietanze sono servite in piatti di plastica; per appoggiare le giacche vi verrà gentilmente offerta una sacca a rete poggiata per terra accanto ai vostri sgabelli.

Adatto ai nostalgici del Sol Levante, come la sottoscritta, a chi ama scoprire piatti autentici e non bada troppo ai fronzoli.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.