Il cammino portoghese sull’oceano atlantico, la Rota Vicentina


Il cammino portoghese in Alentejo: si chiama Rota Vicentina, un percorso di 450 chilometri nel sud del paese. Tutte le info nel post!

 

Dove: Alentejo, Sud del Portogallo

Info: Rota Vicentina

 

Non é famosa come il cammino di Santiago o quello portoghese, ma la Rota Vicentina vince a mani basse per la bellezza del suo itinerario, che si snoda per 450 km nel magnifico sud del Portogallo.

Durante il mio on the road nell’Alentejo, con partenza da Évora, ho avuto la fortuna di vedere alcuni tratti di costa di incomparabile bellezza.

Non so spiegarvi la forte reazione che ho avuto davanti all’Oceano e alle falesie ma so che la cosa non mi capitava da un po’.
Un grande senso di gratitudine e un nodo alla gola si sono impossessati di me, non riuscivo a parlare tanto era potente quella scena spettacolare.

Eravamo in quattro, ma in quel momento, ognuna di noi si è allontanata e si è presa il suo spazio.
In quell’attimo le parole sarebbero state violenza.

Io voglio tornare su quel tratto di costa per emozionarmi ancora e adesso vi spiego come si fa!

Il turismo rurale nel sud del Portogallo sta rilanciando l’Alentejo proprio grazie alla Rota Vicentina, fino a tre anni fa in questa regione si lavorava solo durante la stagione estiva e solo nelle principali località balneari.

Ci stanno riuscendo ma, nonostante ci fossero tutti i servizi garantiti sia al pellegrino sia al turista, ho visto molti locali chiusi fino ad aprile 2018, mese che segna l’inizio della prossima stagione. 

Nelle località principali abbiamo sempre trovato un piccolo ufficio del turismo pronto a distribuire gratuitamente mappe e volantini per esplorare la zona.

Abbiamo incontrato alcuni pellegrini, mangiato in ottimi ristoranti, goduto di molta tranquillità e di una sensazione di grande autenticità dell’Alentejo.

Un viaggio on the road lento, molto lento, come lo richiedeva la natura che ci circondava e i suoi abitanti.

 

Foto Emanuela Testa


Da dove parte la Rota Vicentina?

 

Dall’Alentejo, regione portoghese a un’ora e mezza da Lisbona: Vila Nova da Milfontes potrebbe essere una buona base di partenza e l’ufficio del turismo si occupa prevalentemente di informazioni legate al cammino.

La Via Vicentina si sviluppa in una rete di percorsi, da fare piedi e/o in mountain bike, per un totale di circa 450 km, sia nell’entroterra sia lungo la Costa Vicentina, che si affaccia sull’oceano Atlantico.

L’intero percorso si può svolgere autonomamente e in sicurezza, tutte le tappe sono integrate al’interno del selvaggio e autentico Parco Naturale del Sud Est dell’Alentejo e della Costa Vicentina.

Voi potete scegliere se dedicarvi a un sentiero o incrociarne diversi, senza precludervi l’entroterra o la costa.

Quali sono i sentieri percorribili?

Sono tre:

  • Il cammino storico
  • Il sentiero dei pescatori
  • I percorsi circolari

 

Il cammino storico

Periodo consigliato: Settembre – Giugno

12 tappe e 230 km

Interamente percorribile a piedi o in mountain bike, questo cammino vi porta a scoprire l’entroterra dell’Alentejo: paesini rurali, passi montani, fiumi e torrenti fino ad arrivare alle falesie monumentali di Cabo de S. Vicente.

Potete suddividere le 12 tappe in 12 giorni se volete seguire le indicazioni consigliate o diminuire i giorni aumentando i chilometri, la tappa più breve prevede un cammino di 14 km e la più lunga di 24 km.

Il cammino storico si incrocia anche con quello dei pescatori permettendovi di vedere anche la costa.

Se volete conoscere la vita alentejana  dei produttori di vino e di olio di oliva, questo itinerario vi introduce all’ospitalità contadina: potete fermarvi nelle fattorie per degustare i prodotti locali e dormire nelle bellissime quinte, fattorie, recuperate come strutture ricettive, che fanno parte di quel grande patrimonio che è il turismo rurale portoghese.

 

Il sentiero dei pescatori 

Periodo consigliato: Settembre – Giugno

120 km in 4 tappe e 5 circuiti complementari

Foto Emanuela Testa


Oceano, oceano e oceano!
Percorribile solo ed esclusivamente a piedi, a ridosso delle falesie, con paesaggi mozzafiato sulla Costa Vicentina, il vento in faccia e la natura selvaggia…il sentiero dei pescatori ha fatto strage di cuori!

Proprio qui, durante il mio mini on the road, ho provato una grandissima emozione guardando le scogliere e la perfezione delle onde che dipingevano la schiuma. Mi trovavo a Cabo Sardão, che si può raggiungere a piedi da Zambujeira do Mar, e quella che vedete qui è una foto scattata quel giorno, senza alcun filtro, a ottobre.

Spiagge, scogliere, falesie, gabbiani, falchi pellegrini, passerelle in legno.
Questo sentiero vi mostra una biodiversità di incomparabile bellezza e dicono che in primavera si respiri l’odore dell’oceano e delle piante presenti in quest’area: pino, rosmarino, abete. Alcune di queste sono endemiche e non si trovano in nessuna altra parte del mondo.

 

I percorsi circolari

Periodo consigliato: Settembre – Giugno

90 km in 8 percorsi

Questi percorsi iniziano e terminano nella stessa località e sono ideali anche per chi pochi giorni, poiché prevedono pochi chilometri, sono infatti percorribili anche in una giornata, sia a piedi sia in bici.

La tappa più breve è di 3,5 km e la più lunga di 13,5 km. Il loro punto di forza è la loro versatilità, si congiungono sia al Cammino Storico sia a quello dei Pescatori.

Il sito della Rota Vicentina è molto chiaro e ha una funzione che vi permette di indicare il vostro punto di partenza e di arrivo, creandovi un itinerario personalizzato.

Si chiama Trip Planner, voi dovete solo inserire la durata del vostro percorso, la località di partenza, la direzione che volete seguire, nord o sud, e la cifra che volete spendere per dormire.
Il Trip Planner vi mostra un elenco di strutture e il percorso, funzionale no?

 

Buon cammino!

© 2017 – Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.