Penisola di Troia, come arrivare

A poco piú di un’ora di Lisbona, si trova l’incantevole penisola di Troia: sabbia bianca e fine, acque cristalline, la possibilitá di avvistare i delfini, noleggiare le bici o le jeep! Tutte le info nel post!

 

 

Non ho mai vissuto in una città vicina all’oceano, essere a un’ora dalla spiaggia é per me una entusiasmante novità.
Le spiagge nei dintorni di Lisbona sono tante e io, pian piano, me le giro tutte.

Quelle più interessanti sono, secondo me, al di là del ponte 25 de Abril e quella che mi ha colpito di più é la spiaggia di Troia.

Me ne avevano parlato diverse persone e ho aspettato con pazienza di avere uno dei miei lunedì liberi per andarci. Ho scartabellato un po’ la  guida ma le informazioni che fornisce, sia sulla spiaggia sia su Setúbal, punto di accesso per raggiungere Troia, sono scarse.

Come arrivare?

Lisbona-Setúbal: bus con Transportes Sul do Tejo

Setúbal-Troia: catamarano con Atlantic Ferries 

Da qualsiasi parte siate in città prendete la linea blu della metro per Praça de EspanhaQui trovate una piccola biglietteria, un chiosco per il caffè, degli orribili bagni a pagamento e i bus che vi portano dall’altra parte del fiume Tejo, perfetti per Setúbal e per Costa da Caparica.

Gli orari cambiano a seconda della stagione, quindi verificateli sul sito, per il biglietto non c’è da preoccuparsi, ve lo fa direttamente l’autista.
C
hiedetelo andata e ritorno, così risparmiate! (a/r € 7,65)

Il tragitto dura circa un’ora e il paesaggio é interessante solo nel tratto che attraversa il ponte 25 Aprile e che costeggia il grande acquedotto storico della città.

A me piace sempre! Mentre con il bus passate sopra il ponte, con il treno ci passate sotto!

Sonnecchiate tranquilli senza pensare a dove scendere, la vostra fermata è il capolinea, alla stazione dei bus di Setúbal. Vi consiglio di andate subito in biglietteria a chiedere gli orari di ritorno per Lisbona, in questo modo potete fare il gioco degli incastri con gli orari del catamarano che vi porterà a Troia.

 

 

Per raggiungere il porto di Setúbal attraverserete il piccolo centro cittadino, molti dicono che non sia un granché, io l’ho trovata carina, per come lo sono le tipiche cittadine portoghese: una piazzetta attorno alla quale si svolge la vita dei pensionati, i bar, i negozi, una chiesa e le decorazioni pacchiane che qui piacciono tanto. Aquiloni e decorazioni colorate!

 


Per visitare meglio il centro, vi suggerisco di tornare a Lisbona con l’ultimo bus, sarà sufficiente partire dalla spiaggia un’oretta prima.

Una cosa che ho molto apprezzato alla biglietteria del porto è che insieme al biglietto (bancomat accettati) vi forniscono un piccolo scontrino con gli orari dei traghetti.

 

La traversata dura appena 15 minuti e il paesaggio, devo ammetterlo, non è nulla di eccezionale, il bello arriva dopo. La zona di attracco del catamarano e quella commerciale sono pressoché attaccati. Alcuni cartelli con scritto Bemvindo a Troia, vi accoglieranno,

Tutta la zona intorno al porto è piena di localini vista molo e barche oltre che alcuni negozietti, lasciateveli alle spalle seguendo le indicazioni per la spiaggia e arriverete all’inizio di una lunga passerella in legno che vi conduce in tre spiagge.


Questa è stata la mia parte preferita!
La passerella si snoda in mezzo alle dune e alla vegetazione regalandovi alcuni scorci molto belli, la spiaggia di Troia si trova infatti sull’omonima penisola che affaccia sulla Serra de Arràbida, riserva naturale, e tutto il panorama circostante è verde, azzurro, ocra.

 



Scegliete voi in quale spiaggia fermarvi, io sono andata nell’ultima, di sabbia fine e bianchissima, trovate un piccolo bar, l’amaca e un chargepoint per caricare il cellulare. Esiste la possibilità di affittare sdraio e ombrellone di paglia ma non ho idea dei prezzi.

Di spazio ne avete quanto volete, la spiaggia non è affollata come quelle cittadine e l’acqua è pulita e trasparente… se vi state domandando se è anche calda, no! Unica cosa fastidiosa è il vento perenne ma quando siete spiaggiati, alla fine va bene più o meno tutto!

 


Il contesto in cui è inserita vale sicuramente la gita fuori porta piuttosto che le solite Cascais, Estoril e Carcavelos!

Inoltre, dalla penisola di Troia potete fare escursioni in barca per avvistare i delfini nella Riserva Naturale dell’Estuario del fiume Sado: é qui che il fiume si mescola con

Se siete super sportivi potete invece noleggiare la bici e farvi tutta la ciclovia che attraversa la penisola oppure noleggiare una 4×4 con gli amici per un Jeep Safari. Trovate tutte le proposte e le informazioni quando arrivate al porto oppure fate un giro su questo sito!

 

© 2017 – Riproduzione riservata

Foto di ©EmanuelaTesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.